Ellesmere – Wird

AMS Records e Synpress44 segnalano l’uscita di WYRD, il terzo album di ELLESMERE, progetto del polistrumentista Roberto Vitellial quale partecipano special guest come Mattias Olsson, Tomad Bodin, David Jackson, David Cross, John Hackett, Tony Pagliuca, Fabio Liberatori e Luciano Regoli. La copertina è del grande Rodney Matthews. Ellesmere, creatura symphonic-prog fondata e guidata dal polistrumentista Roberto Vitelli, autore di tutte le musiche e dei testi, torna a sorpresa sulle scene, a un solo anno di distanza dal secondo album Ellesmere II /From sea and beyond, con Wyrd, un lavoro che impressiona quanto a freschezza, energia, impatto e cura minuziosa dei suoni e degli arrangiamenti. Ellesmere è il progetto di Roberto Vitelli, già bassista e chitarrista dei Taproban: compositore poliedrico e prolifico, con Ellesmere ha deciso di offrire una casa alle sue idee musicali, creando una collana che giunge al terzo volume. Wyrd si lascia ammirare innanzitutto a partire dall’artwork di copertina ad opera di Rodney Matthews, iconico illustratore britannico di caratura pari a quella del leggendario Roger Dean, autore di numerose copertine tra cui Rick Wakeman, Asia, Uriah Heep, Hawkwind, Magnum, Nazareth, Eloy, Scorpions e tanti altri. Musicalmente si prosegue sui medesimi territori del disco precedente, perciò i nomi di riferimento restano i classici Yes, King Crimson, Kansas, con l’aggiunta di una buona dose di jazz-rock, presente in ogni canzone; ma non mancano riferimenti al progressive rock contemporaneo e ad artisti quali Transatlantic, Flower Kings e Spock’s Beard. Wyrd è un terzo capitolo epico e trascinante, quasi completamente strumentale e coinvolgente dal primo all’ultimo minuto. Come da tradizione, inoltre, anche Wyrd vanta un lungo elenco di ospiti illustri: Mattias Olsson (Änglagård, White Willow / batteria), Tomas Bodin (The Flower Kings / tastiere), David Cross (King Crimson / violino), John Hackett (fratello del celebre Steve Hackett e costante presenza nei suoi dischi solisti / flauto), David Jackson (Van der Graaf Generator, Osanna /sassofono), Tony Pagliuca (Le Orme / tastiere), Luciano Regoli (Raccomandata Ricevuta Ritorno / voce), Fabio Liberatori (Loy & Altomare, Lucio Dalla, Ron / tastiere) e Giorgio Pizzala (voce). Un percorso di evoluzione musicale e stilistica che ha avuto come punto di partenza il prog acustico e pastorale di Les Châteaux De La Loire, il disco d’esordio risalente al 2015. Edizione in CD papersleeve con mini-poster 24x36cm.

Ti potrebbe anche interessare