Finaz – Cicatrici

Siamo a fine estate, un’estate particolare come particolare è questo viaggio che Finaz, chitarrista della Bandabardò, ha realizzato nel periodo vissuto in lockdown, un periodo in cui l’artista ha dato sfogo alla sua creatività e che lo ha portato a produrre un disco semplicemente bello, pieno di stili diversi, colmo di atmosfere delicate, bellissime e diverse ma anche piene di tutta la conoscenza musicale del chitarrista.

continua a leggere

The Shameless – Love Condemnation

I The Shameless si preparano oggi all’uscita del loro ultimo lavoro, Love Condemnation, un disco che prosegue su quel percorso già anticipato con Blossoms pubblicato nel 2018. Love Condemnation è la perfetta sintesi di un sound ricercato ed accurato che la band ha saputo rendere un vero e proprio marchio di fabbrica, un marchio che li proietta tra le migliori band in attività al giorno d’oggi.

continua a leggere

I Bilbosa ed il nuovo ep …. Ayala

I Bilbosa nascono a Genova nel 2016 per volontà di David Carroll, Stefano Pulcini, Daniele Ferrari e Gabriele Gennaro, dopo lo scioglimento del progetto dei “Chaos Del Signor Gaza”. Dopo un periodo di stasi, nel 2018 la decisione dei quattro musicisti di tornare in studio per lavorare su un nuovo album di debutto.

continua a leggere

Psychopanic – Motolucci

Rilasciato lo scorso 1 aprile, Motolucci, così come descritto dagli Psychopanic, è un album figlio illegittimo e clandestino di un tempo apocalittico che avrebbe preferito pensarlo soffocato nel silenzio. “È la nostra pernacchia – scrive la band – in faccia a chi ci avrebbe voluto isolarci in una realtà asettica e bidimensionale.

continua a leggere

Holebones – Loud

Parte la musica e parte la storia, un percorso nel tempo alla riscoperta di grandi classici del blues, quei pezzi insomma che hanno dato l’anima alla musica, anche questa in gran parte nera, ma della quale poi se ne sono appropriati gran parte di bianchi.

continua a leggere

Goad – La Belle Dame

Non fa nulla se cambi etichetta quando hai le idee ben chiare così come ce l’hanno i Goad che hanno deciso sin da inizio carriera di dedicarsi ad un genere di musica impegnata in tutti i sensi. Se ripercorriamo la storia di questa band sappiamo che il loro battesimo fu in balera, poi l’approdo al Festival dell’Unità e le cover di grandi artisti del periodo, dai Genesis ai Beatles,

continua a leggere

Riff Willer – Streets Of Chance

Avvio il mio PC per ascoltare il disco d’esordio di Amedeo Quagliarella in arte Riff Willer e vengo catapultato in quel brit pop che ha fatto la fortuna di band come Oasis e Blur, un album che riporta indietro in quel tempo a quando, un po’ più giovane, assistevo alle lotte intestine dei due fratelli Gallagher che, pur avendo intrapreso strade diverse, continuano ad entusiasmare i fan sparsi qua e là per il mondo.

continua a leggere

Bob Malone – Good People

L’atmosfera di un locale pieno di fumo, in un angolo, al buio, un uomo fuma e sorseggia whisky, poi una lunga strada, la solita strada americana che attraversa una zona desertica…no non stiamo impazzendo ma le note di apertura di Good People ci parlano subito di un’America come l’abbiamo sempre sognata, un’America che torna dopo la tragica parentesi trumpiana.

continua a leggere