B(isciu) – Bowing Down To Her

Quando ho ricevuto la proposta di recensione di Bowing Down To Her di B(isciu) mi sono chiesto se fosse impazzito chi me lo aveva inviato o se il pazzo in realtà ero io. Nulla di tutto ciò comunque, e per fortuna, perché se è vero che i matti sono tutti fuori, qui, l’unico matto sono io che credevo di essere lontano anni luce da certo genere di produzioni. Ed invece nel giro di un ascolto mi son dovuto ricredere immediatamente: infatti Bowing Down To Her non è il “solito” disco, già perché la musica qui ha una proprietà tutta sua, come lo stile dello stesso B(isciu) capace di amalgamare alla perfezione suoni di diversi generi, come di raro accade di sentire in questi tempi. Ed il musicista dimostra con questo lavoro che entusiasma, di essere all’altezza di tanti nomi più blasonati, così come dimostra di avere le idee chiare in materia compositiva. Se si prende ad esempio un pezzo come KGB il condensato di suoni che B(isciu) crea è a dir poco stucchevole al punto che ci costringe ad andare ad un successivo riascolto grazie, forse, a quelle brevi ma incisive reminiscenze progressive che il pezzo contiene. Ma al di là di concettualismi che potrebbero rivelarsi un po’ troppo spinti, Bowing Down To Her, dimostra quanto il musicista B(isciu) sappia muoversi tra dark, rock, “post” e certi passaggi di sperimentalismo che completano la sua figura di artista a tutto tondo.Andromeda Relix ha visto davvero bene spingendosi a produrre Bowing Down To Her che non è il solito disco che ci si aspetta di questi tempi anzi, la produzione va ben al di là delle aspettative risultando da subito, almeno secondo la nostra personale opinione, un prodotto di nicchia. Ed a conferma di ciò oltre al già citato KGB vanno menzionati anche brani come Billy Boy Trip Not Sound, Explain che riportano indietro nel tempo a certi passaggi (almeno dal punto di vista delle partiture utilizzate) stile Nirvana e Alice In Chains. E non guastano nemmeno quegli intrecci tra partenze che sembrano classicheggianti ma che da subito si mescolano con elettronica e ritmi di un dark che potremmo definire post-moderno, sì perché quello ascoltato qui non è il solito dark che tutti conoscono, ha qualcosa in più…di oscuro! Bowing Down To Her è un disco che si consiglia per l’ascolto, poi…fate voi!

Ti potrebbe anche interessare