OJM – Live At Rocket Club

Maledetto rock’n’roll e quando lo incontrai! Erano gli anni in cui dall’America “puritana” arrivavano i suoni di certe band che corrispondevano ai nomi di Grand Funk Railroad con il grande Mark Farner alla chitarra, o quelli della James Gang Band con l’altro grande Joe Walsh,

continua a leggere

Diego Ribechini – Autofagia

Rock italiano a tutto spiano quello di Diego Ribechini che con Autofagia mette l’accento su un rock che non si ascoltava da tempo. Quattordici tracce che contengono tutti gli ingredienti che hanno fatto grande il nostrano rock che non ha nulla da invidiare a quello di altre land.

continua a leggere

Pip Carter – The End From The Beginning Pt. 2

Se dall’inizio l’apertura è quella di un seguace della prima era pinkfloydiana con quei suoni da “viaggio” lisergico, anche in questa seconda parte di The End From The Beginning Pt. 2  c’è tutto il sound della produzione psichedelica che ha sempre accompagnato il rock dei “viaggi”.

continua a leggere

Pip Carter – The End From The Beginning Pt. 1

Spensieratezza, psichedelia, una buona dose di underground ed il dado è tratto. Questo potrebbe essere il sunto per avere una descrizione completa del Pip Carter che dalla terra modenese ci proietta in un sound che ha il sapore di quella America di tanti anni fa, anche se poi la band gioca bene anche con elementi innovativi.

continua a leggere

Beppe Cunico – Passion, Love, Heart & Soul

Sono pochi gli artisti che mettono su vinile la propria vita o parte di essa e sono pochi i musicisti che hanno il coraggio di raccontarla sulle ali di un prog rock che non dispiace mai anzi, proprio in virtù di questo modo d’essere in musica, spesso capita di ascoltare prodotti fatti solo per essere buttati lì, nel mercato e basta.

continua a leggere

Mt. Mountain – Centre

La clausura di questi giorni ci ha messo di fronte ad una “cosa” compiuta: l’ascolto di alcuni lavori che ci sono giunti e la continuazione delle nostre letture preferite di cui qui non ve ne parliamo per opportunità.

continua a leggere

Come Back To Zero – Pull The Plug

La prima cosa che mi ha colpito di questo bell’album d’esordio è stata la copertina. Non è che le copertine ispirino sempre nell’immediato sensazioni e riflessioni di genere, ma questa volta già dall’artwork ho iniziato a volare oltre confine e vi spiego il perché.

continua a leggere