La storia di Hard rock & Heavy metal

Mezzo secolo di musica dura. Protagonisti, stili, generi e sottogeneri di un mondo musicale ancora oggi adorato e seguito con fedeltà. E’ il fenomeno heavy metal, raccontato da due esperti come Daniele Follero e Luca Masperone nel libro La storia di Hard rock & Heavy metal, nuova uscita Hoepli nella collana diretta da Ezio Guaitamacchi. Dal blues di Chicago alle esperienze più estreme del metal degli ultimi decenni, La storia di Hard rock & Heavy metal in oltre trecento pagine di approfondimenti, esperienze e rivelazioni, si presenta come come un unico grande racconto fatto di vicende longeve, band imprescindibili e album fondamentali, all’insegna del volto più duro del rock. Nel 2020 l’Heavy metal ha festeggiato cinquanta anni. Eppure la voglia di alzare al massimo gli amplificatori affonda le sue radici in un insieme di band inglesi innamorate del blues come Who, Yardbirds e Kinks che, all’epoca del successo dei Beatles, pensavano a come rendere il suono più potente, sperimentando distorsioni e attrezzature capaci di sostenere livelli di decibel impensabili. In pochi anni questo processo ha condotto alla nascita di colossi dell’hard rock come Led Zeppelin, Deep Purple e Black Sabbath, e dell’heavy metal come Judas Priest, Iron Maiden e AC/DC. In un continuo interscambio di influenze tra Europa e Stati Uniti, questi due generi musicali sono passati attraverso diverse fasi, dalla dimensione underground della scena thrash, all’apice commerciale degli anni ‘80, dalla furia del death alle atmosfere del black metal, dalle contaminazioni degli anni ‘90 alle declinazioni del nuovo millennio, fino alle interazioni con il mondo dei social e dello streaming. Il libro, aperto dalle prefazioni di Michael Weikath (Helloween), Aaron Stainthorpe (My Dying Bride) e Pino Scotto, si articola come una lunga storia divisa per sezioni indipendenti che, pur seguendo un ordine cronologico, non mancano di guardare con attenzione alle diverse “scene”, in particolare a quella italiana, e al loro contesto sociale. Gli autori hanno arricchito l’opera di testimonianze dirette dei protagonisti, da pilastri italiani come Ghigo Renzulli (Litfiba), Cristina Scabbia (Lacuna Coil), Pino Scotto (Vanadium) e Steve Sylvester (Death SS) a colonne straniere come Ron McGovney (Metallica), John Walker (Cancer) e Robb Weir (Tygers Of Pan Tang).

Daniele Follero: giornalista musicale, ha scritto per diverse riviste e web magazine, tra cui Rockerilla (con cui collabora dal 2009). Per Hoepli ha pubblicato Opera Rock.

Luca Masperone: chitarrista, giornalista e docente, è direttore didattico per Lizard Accademie Musicali a Genova. Per Hoepli ha pubblicato La Storia della Chitarra Rock.

Ti potrebbe anche interessare